rileva la fibrillazione atriale

 

7

Ritmiatm è un sistema di monitoraggio del ritmo cardiaco (composto di un sensore dotato di software proprietario brevettato e dalla app dedicata per interrogare il sensore) capace di registrare automaticamente eventuali episodi di aritmie, tra cui la fibrillazione atriale che, spesso non avvertita, può quintuplicare il rischio di ictus cerebrale anche in persone sane o che si credono tali.

Una diagnosi preventiva è la condizione necessaria per accedere tempestivamente alle moderne terapie e può ridurre il rischio di ictus cerebrale del 70%.

Per diagnosticare la fibrillazione atriale serve un monitoraggio continuativo e che può essere praticato:

  • attraverso devices medici impiantabili sottocute, invasivi, costosi e non utilizzabili su vasta scala;
  • impiegando gli strumenti tradizionali – come ad esempio Holter ECG – che sono tuttavia poco adatti ad un monitoraggio di medio periodo e risultano particolarmente ingombranti per l’utilizzatore
  • con l’utilizzo di Ritmiatm che, per le ridottissime dimensioni e la praticità di utilizzo, permette di effettuare un monitoraggio protratto nel tempo (fino a 2 settimane).

Il sensore Ritmiatm può essere posizionato sul petto utilizzando gli appositi cerotti che mantengono l’aderenza per 5 giorni (poi sostituibili), o mediante l’utilizzo di una normale fascia da cardiofrequenzimetro di tipo sportivo.

Lo speciale algoritmo Ritmiatm analizza la frequenza cardiaca, riconosce le aritmie in modo automatico e ne registra autonomamente il tracciato ECG e la durata.

Per accedere allo storico dei dati e alle registrazioni elaborate è sufficiente avvicinare il sensore Ritmiatm al telefono dopo avere lanciato la app dedicata (disponibile per smartphone Android e iOS).

I dati e i tracciati sono di qualità elevata, corrispondente a quella richiesta dai cardiologi per una corretta valutazione preliminare. Tramite la app, la documentazione può essere facilmente condivisa fra medico e paziente.

Le caratteristiche vincenti di Ritmiatm sono:

  • le dimensioni contenute (di una moneta) e peso trascurabile (9 grammi) e assenza di cavi
  • la praticità di utilizzo
  • la precisione e l’affidabilità dello uno speciale algoritmo, sviluppato da cardiologi, che analizza i dati e li restituisce secondo standard estremamente elevati

FAQ

A chi è consigliato l’uso di Ritmia?

Ritmiatm è consigliato:

  • agli sportivi professionisti e amatoriali che vogliono avere un quadro puntuale della regolarità della propria attività cardiaca,
  • a chiunque voglia effettuare una periodica attività di prevenzione per ridurre i rischi connessi a una fibrillazione atriale mai rilevata, come ad esempio l’ictus
  • ai professionisti che svolgono un’attività intensa e stressante, che troppo spesso trascurano la propria salute per motivi di tempo
Sono una persona sana, perché dovrei usare Ritmia?

Nel mondo 33.5 milioni di persone di tutte le età, anche molto giovani, sono affette da fibrillazione atriale; di queste, un numero consistente non sa di avere questa patologia che spesso è asintomatica e, di conseguenza, viene trascurata.

Puoi utilizzare Ritmiatm più volte durante il corso dell’anno per monitorare l’attività cardiaca e effettuare un’efficace attività di prevenzione.

Per quanto tempo devo utilizzare Ritmia?

Ritmiatm non presenta controindicazioni e nasce per fornire un aiuto alla prevenzione.

Si consiglia tuttavia di consultarsi con il proprio cardiologo per valutare la durata del periodo di monitoraggio continuativo.

Posso utilizzare Ritmia di notte, quando mi lavo, pratico uno sport o durante la giornata?

Il sensore Ritmia è progettato specificatamente per essere usato durante la vita quotidiana, pertanto:

  • può essere lasciato in loco sia di giorno che di notte
  • non è necessario toglierlo sotto la doccia o se si fa il bagno (potrebbe essere richiesto sostituire poi il cerotto)
  • può essere indossato anche se si deve prendere un’aeroplano
  • è consigliato utilizzarlo durante l’attività sportiva
Quando deve essere tolto Ritmia?

In caso di esami diagnostici (quali ad esempio: tac, risonanza magnetica, raggi X…) è necessario segnalarne l’utilizzo al medico prima di effettuare l’esame.

Il cerotto deve essere cambiato ogni giorno?
I cerotti forniti con Ritmiatm hanno una tenuta di 6 giorni circa; possono essere tenuti sotto la doccia e durante l’attività sportiva. Va segnalato l’uso in caso di esami diagnostici.
Ritmia scarica il cellulare?

No, Ritmia non scambia dati con il vostro smartphone durante la giornata; si collega al device tramite bluetooth solo quando decidete di scaricare i dati raccolti, alla fine del momitoraggio.

Ritmia è un presidio medico?
No, Ritmiatm non è un presidio medico; è un dispositivo per il monitoraggio cardiaco non medico.
Cos’è la fibrillazione atriale?

La fibrillazione atriale è la più comune aritmia cardiaca, frequente causa non riconosciuta di ictus cerebrali. Spesso è diagnosticata solo a posteriori, ad ictus avvenuto. Può essere completamente asintomatica e silente, e per questo subdola.

L’ictus, oltre ad essere devastante per il soggetto, aumenta la mortalità successiva ed è patologia con costi enormi per la società.

Cos’è l’ictus cerebrale?

L’ictus cerebrale è la mancanza di apporto di sangue a una parte del cervello a seguito della rottura o dell’occlusione, a causa di un coagulo, di un’arteria che porta il sangue al cervello.

Questa carenza/mancanza di ossigeno comporta la morte delle cellule cerebrali coinvolte dall’anossia: la conseguenza è la morte o l’invalidità.

Si stima che nel 2019 ci siano stati 6,55 milioni di decessi per ictus nel mondo (dati Ministero della Salute Italiano).

Heart Sentinel srl | Strada Benedetto Cairoli, 15 – 43121 Parma | P.Iva 02790040345 | info@heartsentinel.net